Federazione dei dottori agronomi e forestali dell'Umbria
Ordine Provinciale di Perugia - Ordine Provinciale di Terni
Area Riservata
Login in corso...
Commissioni permanenti : Politiche di sviluppo Rurale
Torna alla commissioneTorna alla commissione
Politiche di sviluppo Rurale
Commissione Volontaria
05/07/2019

Si trasmette quanto inviato dalla Dott.ssa Bogini della Regione:

 Per opportuna conoscenza si trasmettono chiarimenti forniti da AGEA in merito a : OCM INVESTIMENTI - TERMINI ISTANZA DI RINUNCE - MODALITA' COMPILAZIONE DOMANDE DI PAGAMENTO SALDO

  “Si rende opportuno rammentare che i termini entro i quali potevano essere presentate le istanze di rinuncia sono in scadenza per i saldi annuali 2019, e scaduti per i saldi biennali 2018:

  • entro e non oltre 60 giorni prima dei termini di scadenza nazionali per la presentazione delle domande di pagamento saldo, nell’ambito dei progetti annuali,
  • entro e non oltre i 120 giorni prima dei termini di scadenza nazionali per la presentazione delle domande di pagamento saldo, nell’ambito dei progetti biennali.

La  mancata presentazione dell’Istanza di rinuncia  determina l’applicazione di una  penale pari a 3 di esclusione dalla misura Investimenti.  

Nel merito dei termini per le Istanze di varianti, si rammenta che le Istanze di variante devono essere presentate inderogabilmente non oltre i 30 giorni (progetti annuali e biennali) che precedono i termini per la presentazione delle domande di pagamento saldo.

Inoltre, pervengono diverse segnalazione per il blocco, in ambito Sian,  disposto laddove gli importi, indicati in fase di compilazione delle domande di pagamento saldo (annuale/biennale), non  sono corrispondenti tra loro.

A tal fine si rammenta quanto disposto, per ogni campagna, con le istruzioni Operative OP Agea: nella fase di compilazione delle domande di pagamento a saldo è fondamentale prestare estrema attenzione agli importi che verranno indicati nel quadro “giustificativi di spese e di pagamento”: tutti gli importi indicati devono essere al netto dell’IVA, non sarà possibile avere un importo complessivo, finanziabile ai sensi del regolamento UE n. 1308/2013 art.50), maggiore alla spesa ammessa in fase di istruttoria della domanda di aiuto (“Quadro C”), e non sarà possibile indicare somme di spesa maggiore rispetto a quelle ammesse.

Le domande di pagamento saldo  costituiscono una  rendicontazione  delle spese sostenute  per le quali si chiede il contributo.

La domanda di pagamento costituisce il primo documento oggetto di verifica delle spese pertanto,   è necessario che la compilazione sia eseguita correttamente,  che gli importi indicati siano correlati alle fatture, e che attraverso la domanda sia possibile determinare con chiarezza il contributo richiesto.   

Si è reso necessario impostare un controllo ed un blocco a sistema ogni qual volta si verifica una anomalia di spese indicate.

Il controllo verte sulla corrispondenza dei seguenti importi:

quadro “C” la spesa sostenuta per la quale si chiede il contributo  dovrà corrispondere alla somma degli import indicati  al quadro “giustificativi di spesa” ed alla somma degli importi indicati al quadro “descrizione fatture e totale pagato” .

Le somme, nell’ambito di ogni quadro,  che si verranno a determinare in base agli importi inseriti, non possono differire tra loro, anche per coerenza dei dati inseriti.

Attualmente abbiamo domande di pagamento nella quali  la stessa fattura risulta essere di importo diverso a seconda del quadro nel quale è stata inserita.  

Pertanto, la corrispondenza dovrà interessare anche l’importo della singola fattura, si chiede di verificare attentamente gli importi inseriti, e di correggere laddove si presenta l’anomali descrittiva .

Infine si chiede di informare tutti i beneficiari dell’obbligo ed impegno, dagli stessi assunti  con la sottoscrizione della domanda di auto,  al rispetto dei termini per la presentazione delle domande di pagamento saldo, pena la revoca e decadenza dell’aiuto,  e contestuale applicazione della penale come sopra rilevato.

Si chiede alle Regioni/PA di potere  fornire la più ampia divulgazione del contenuto della presenta mail anche ai tecnici -liberi professionisti “

 Brunella Bogini

  

Una precisazione importante: ricordo che rispetto alla Circolare AGEA il Bando della Regione Umbria è più  restrittivo nei termini di presentazione delle varianti avendo stabilito che non possono essere presentate

oltre i 60 giorni (progetti annuali e biennali) che precedono i termini per la presentazione delle domande di pagamento saldo.

   

Brunella Bogini

 

Per le varianti la scadenza è 60 giorni per le biennalii e 30 giorni per le annuali dal termine per la presentazione della domanda di pagamento.

 

Scusate ma nella fretta non avevo specificato i due diversi termini…

 

  

Brunella Bogini

 

 

Commissioni
Archivio »Attività Istituzionali
Archivio »Ultimi eventi
Archivio »Trasparenza
Archivio »Esami di Stato
Archivio »Convenzioni
Meteo Perugia
Meteo Terni
Federazione dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali dell'Umbria

Borgo XX Giugno, 72 - 06121 Perugia - Tel/fax: 075-30910
E-mail: info@agronomiforestaliumbria.it
E-mail PEC: protocollo.odaf.umbria@conafpec.it

Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Perugia

Borgo XX Giugno, 72 - 06121 Perugia - Tel/fax: 075-35282
E-mail: agronomi.pg@virgilio.it
E-mail PEC: protocollo.odaf.perugia@conafpec.it

Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Terni

Corso del Popolo 63 - 05100 Terni
E-mail: ordine.agronomi.terni@virgilio.it
E-mail PEC: protocollo.odaf.terni@conafpec.it